Articoli

E’ stato pubblicato il nuovo bando per la sesta edizione del magico Concorso letterario Paese da fiaba, organizzato dal Comune di Padenghe sul Garda con la bella biblioteca comunale Alda Merini e la collaborazione di Fiabe in costruzione.

Cosa aspettate? Non vediamo l’ora di leggere le vostre bellissime fiabe!

Ecco il bando!

BANDO DI CONCORSO: PAESE DA FIABA
6° Premio letterario di fiabe, per promuovere la letteratura per l’infanzia e la bellezza, la
tradizione e la storia del paese di Padenghe sul Garda.
Il Comune di Padenghe sul Garda e la Biblioteca comunale “Alda Merini”, in
collaborazione con “Fiabe in Costruzione”- scriviamo fiabe su misura- organizzano
la quinta edizione del concorso di fiabe rivolto a tutti i residenti in Lombardia.
Il concorso è aperto a tutti (scrittori esordienti e non) e a tutte le età.
Delibera della giunta comunale n.
I testi dovranno raccontare una fiaba a tema libero ma dovranno essere utilizzati
tassativamente questi tre elementi:

  • Il castello
  • I folletti
  • Lo specchio
    L’ambientazione della fiaba è libera, il resto deve farlo la fantasia e la voglia di mettersi in
    gioco.
    Art. 1- Modalità di partecipazione
    I partecipanti al concorso, per accedere alle selezioni, possono inviare la loro opera inedita
    in 6 copie. I testi non devono superare 36.000 caratteri spazi inclusi e scritti con front Arial
    16pt dimensione carattere.
    La partecipazione al concorso è gratuita.
    Art.2 Giuria
    I nomi dei componenti della giuria saranno nominati dagli organizzatori del concorso.
    Art. 3 Selezione
    Verranno selezionati i vincitori per le tre categorie:
  • Giovani autori entro il 18 anno di età
  • Autori dai 19 anni in poi
  • Classi scuola primaria della Valtenesi
  • Classi scuola media della Valtenesi
    Art. 4 Premio
    I partecipanti delle categorie Autori e Giovani autori che si aggiudicheranno il primo premio
    riceveranno 5 copie della propria fiaba stampate.
    I vincitori del primo premio categoria “classi delle scuole” riceveranno 1 copia del proprio
    libro e una copia dei vincitori della categoria Autori e giovani autori, da inserire nella
    biblioteca scolastica.
    I libri potranno essere completati da disegni creati dai bambini della scuola primaria di
    Padenghe s/G che diverranno illustrazioni delle fiabe vincitrici, la scelta dei disegni
    spetterà alla giuria del concorso. I bambini dovranno consegnare direttamente in biblioteca
    i loro disegni entro e non oltre il 31.03.2021.
    Il vincitore della categoria “Autori” riceverà un soggiorno gratuito presso una delle
    strutture ricettive di Padenghe s/G ovvero:
  • 1 soggiorno per una notte per 2 persone
    Se il vincitore fosse residente a Padenghe s/G o in Valtenesi, avrà un premio scelto dagli
    organizzatori della rassegna.
    Il vincitore della categoria “Giovani autori” riceverà in premio un e-book o un buono per
    acquisto libri.
    I finalisti che otterranno il secondo e terzo premio di entrambe le categorie, avranno una
    copia omaggio del proprio libro.
    Le fiabe vincitrici e quelle ritenute meritevoli, ad insindacabile giudizio della giuria, saranno
    pubblicate sul sito di Fiabe in Costruzione.
    Un copia del libri vincitori di ogni categoria verrà ingressata e diverrà parte del patrimonio
    della biblioteca comunale “Alda Merini”.
    Art.5 Elaborati
    Le opere corredate da titolo, non devono essere firmate. Il nome dell’autore con data di
    nascita, indirizzo, telefono e mail dovranno essere indicati su un foglio inserito in una
    busta su cui verrà posto il titolo dell’opera.
    Le 6 copie dell’opera e la busta con i dati dell’autore vanno inserite in un’unica busta di
    invio con la dicitura:” Paese da Fiaba quinta edizione, Premio letterario di Padenghe s/G.”
    Importante: sulla busta di spedizione non dovrà essere indicato il mittente.
    Gli autori saranno contattati via mail, accertarsi di indicare correttamente questo
    dato.
    Per la categoria “scuole” verranno contattati gli insegnanti della classe che la giuria
    deciderà di premiare, quindi, nella busta con il nominativo della classe, si prega si prega di
    inserire l’insegnante referente ed il recapito.
    Art.6
    E’ possibile partecipare al concorso con più elaborati dai titoli e contenuti diversi, purchè si
    rispettino tutte le norme del presente regolamento.
    Art. 7
    Le opere potranno essere inviate a mezzo racc. a.r. indicando sulla busta la categoria di
    appartenenza o consegnate direttamente a questo indirizzo:
    Comune di Padenghe sul Garda – Ufficio Protocollo- Via Barbieri- 25080
    La data di presentazione è fissata per il giorno: 31 marzo 2021 ore 12,00
    Non saranno valutati gli elaborati pervenuti oltre questa data. ( farà fede il timbro postale).
    Art.8
    Le opere presentate non verranno restituite e non saranno comunicati i giudizi di quelle
    non classificate.
    Art.9
    La partecipazione al concorso implica l’autorizzazione al Comune di Padenghe s/G, alla
    biblioteca comunale e a Fiabe in Costruzione, da parte dell’autore, ad utilizzare la fiaba
    inviata per eventuali pubblicazioni sul sito www.fiabeincostruzione.com o eventuali
    laboratori di lettura e funge da liberatoria per l’utilizzo di eventuali stralci di testo,
    per promozione alla lettura, pubblicità del concorso o altri eventi.
    La partecipazione al concorso, inoltre, implica l’autorizzazione al Comune di Padenghe s/g
    e a Fiabe in Costruzione a conservare i dati personali dichiarati, essendo inteso che l’uso
    degli stessi è collegato al concorso e alla relative operazioni, escludendone l’utilizzo per
    altre finalità.
    Art. 10
    La giuria provvederà ad esaminare gli elaborati pervenuti nei termini stabiliti e conformi al
    regolamento e designerà i vincitori. La giuria, il cui giudizio è inappellabile, avrà facoltà di
    assegnare riconoscimenti speciali.
    Art.11
    I soli concorrenti premiati saranno contattati dalla segreteria del concorso. I nomi dei
    finalisti e dei vincitori saranno pubblicati sul sito del comune di Padenghe s/G
    www.comune.padenghesulgarda.bs.it e sul sito www.fiabeincostruzione.com
    Art. 12
    La proclamazione dei vincitori e dei finalisti e le premiazioni avverranno presso la sede
    della Biblioteca comunale di Padenghe s/G Via Roma, 4 il giorno: 22 maggio 2021 dalle
    ore 16,00. In caso di maltempo l’evento si terrà il 29 maggio.
    In occasione dell’evento “Un pomeriggio da fiaba” in cui avrà luogo un intrattenimento
    fiabesco per tutti i presenti e la mostra dei disegni degli alunni della scuola primaria.
    Art. 13
    La partecipazione al concorso implica l’accettazione delle norme del presente
    regolamento.

La stanza delle fiabe! Come nasce questa piccola scuola di scrittura, fiabe Per ora è ancora una stanza vuota da colmare con le vostre parole, le vostre storie, la vostra creatività e fantasia, la vostra voglia di mettervi alla prova, di giocare, e di faticare. perchè scrivere è una fatica, ma anche una pratica meravigliosa.

Poi le fiabe sono uno strumento meraviglioso strumento di evoluzione, e ogni corso di scrittura, diventa anche una crescita personale. Ho tenuto tanti corsi di scrittura fiabe, e mi sono resa conto che alla fine di ogni corso, c’era sempre la voglia di continuare il viaggio, di continuare il proprio sogno, di poterlo realizzare.

Perchè questo accade: quando scrivete le storie che avete nel cuore, fate uscire un mondo interiore che chiede solo di poter vivere, i vostri racconti vogliono essere raccontati, i vostri protagonisti vogliono vivere! E il sogno che avete tenuto nascosto nelle vostre profondità, o che nemmeno sapevate di avere, vuole essere realizzato.

Così, nasce questa piccola scuola di scrittura, fiabe e…

Piccola, ma sogna in grande, e vuole aiutarvi a realizzare i vostri sogni, i vostri progetti di scrittura, qualunque essi siano. Fate grande sogni!

Per iscrizioni e informazioni fiabeincostruzione@gamil.com oppure 3496501558

La prima fiaba personalizzata, su misura, l’ho scritta quasi per gioco, e come dico spesso, poi sono rimasta impigliata nel loro prezioso incantesimo, e l’amore per la scrittura, la magia delle fiabe, i doni meravigliosi che queste antiche e sagge messaggere portano, sempre con sè, lo ha fatto diventare un bellissimo lavoro.

Da allora ho scritto più di cento fiabe, dedicate a mamme, neomamme, genitori, figli, amici. Per raccontare un amore e per fare una vera proposta di matrimonio. Per chiedere scusa. Per raccontare il grazie gigante di una classe ad una maestra unica e speciale.

Ma non solo: fiabe per raccontare un’azienda, per raccontare la storia di chi l’ha creata. Per raccontare le persone, il lavoro e la fatica di chi l’ha fatta crescere. Per raccontare i valori, i sogni, e gli ideali che l’hanno sostenuta.

Per me è sempre stato un grande privilegio poter mettere su carta le storie, la vita, il lavoro di tante persone: dare parole a quelle emozioni che spesso non riusciamo a esprimere. Che spesso, nemmeno sappiamo di avere.

Ogni nuova fiaba è un viaggio meraviglioso, vuol dire entrare in una nuova storia, una stanza privata, e bisogna farlo in punta di piedi, restando in ascolto, di quelle preziose parole che aspettavano solo di poter uscire, e una volta che sono libere, girano felici e disordinate portando con sé immagini, pensieri, sogni. Paure. Gioia. Ricordi che non sapevamo di avere.

Bisogna afferrarli, sistemarli, mettere in fila le parole, e dare vita alle immagini. Un lavoro unico, bellissimo, che non faccio da sola: grazie alla preziosa Elena Bertoloni che dà colore, e volto, e magia ad ogni storia con i suoi dolcissimi disegni, e a Simona Platè, brava illustrator creativa e speciale che sa disegnare i sogni, così bene, che li rende reali.

Grazie a loro splendide compagne di viaggio.

E grazie a tutti voi che ci avete affidato le vostre emozioni, grazie di cuore per ogni vostra storia che abbiamo avuto il dono di poter raccontare.

Quante parole non dette, abbiamo trattenuto nel nostro cuore? Quante parole bloccate, frustrate, a volte dimenticate, abbiamo chiuso a doppia mandata, da qualche parte della  nostra anima, perché è meglio così, senza sapere che le parole non dette creano nodi, blocchi energetici e fanno ammalare?

Qualche volta ne siamo consapevoli, e le cose che non siamo riusciti a dire ad una persona, o in una situazione, ogni tanto si ripropongono, fastidiose come del cibo pesante che non abbiamo digerito bene.

A volte non ce ne rendiamo conto – ma non  serve non pensarci o fare finta di niente. Le parole non dette restano  sempre lì, dentro di noi, nella nostra parte più profonda, stipate come vecchi maglioni che non servono più, e che abbiamo nascosto nella parte più remota del nostro armadio, per non vederli più.

Le  parole non dette vengono a trovarci, inaspettate in certi momenti in cui,  chissà perché, siamo bloccati in  quello che stavano facendo, da un pensiero noioso che non sappiamo decifrare. O vengono a trovarci nei sogni: in quei sogni che, al risveglio,ci lasciano  mogi e disorientati.

Oppure  si manifestano nei dolori inaspettati del nostro corpo. Quella fitta allo stomaco… quella puntura alla spalla. Quel respiro che non si riesce mai a tirare fino in fondo.

Il nostro terzo passo di oggi si dedica  a quelle parole non dette, che non chiedono altre che di uscire. Parole che abbiamo avuto paura, o non abbastanza coraggio, per  dire: e il loro silenzio ha cambiato storie e relazioni. Ha cambiato la nostra percezione di noi stessi.

Oggi il nostro terzo passo chiede di scrivere una lettera, una lettera indirizzata a chi si meritava quelle parole, a chi ne aveva bisogno, a chi sarebbe cambiato o, a chi sarebbe cresciuto. Una lettera colma di quella parole che noi meritavamo  di dire, che avevamo bisogno di dire: parole che se dette, ci avrebbero aiutato a cambiare, a crescere.

Non importa se non spediremo mai quella lettera – anche più di una se abbiamo tante parole non dette –  ma quella lettera avrà un valore prezioso, di profonda catarsi, e di liberazione interiore.

Prendiamo  un foglio di carta, facciamo un lungo respiro e lasciamo uscire  le parole, e non preoccupiamoci se non arrivano subito: chiamiamole, senza paura. Loro arriveranno presto, e saranno come un inarrestabile fiume in piena…

” le parole che non ho mai detto…”

Pochi giorni al Natale e la voglia di ritrovarsi, di raccontare ancora storie, di ascoltare parole. Di fare progetti. Di scambiare emozioni. Di scrivere. E anche di farsi gli auguri.

E’ sempre bello incontrare il talento, la voglia di mettersi in gioco, la creatività. La voglia di inventare, anche quando è tanto tardi e la stanchezza si fa sentire.

Grazie di cuore, i cercatori di sogni sono sempre in viaggio, alla ricerca di nuove parole e nuove immagini da raccontare. Appena ne finisce uno, sono già pronti a ripartire.

E’ sempre bello sapere che c’è ancora tanto da sperimentare, da imparare, da scrivere. Ma questo ve lo racconteremo nei giorni nuovi che verranno.

Intanto siamo alla fine di questo anno, così strano, e noi, possiamo scegliere di far diventare questi giorni, colmi di piccoli doni preziosi.

Buon Natale!

Dopo la pausa estiva, abbiamo ripreso le lezioni, sono le ultime, del nostro corso on line “Scriviamo una fiaba? Corso avanzato ”

Dopo aver lavorato per attivare creatività, fantasia, dopo aver imparato a scrivere con le emozioni, annusando, tastando, assaggiando le nostre parole, e le nostre storie.

Dopo tanti esercizi, davvero tanti, dopo aver sognato, e poi scritto la propria fiaba, cosa resta da fare?

Chi scrive, lo fa, almeno all’inizio, per sè stesso. perchè ha qualcosa che chiede di uscire.

Ma poi? Hai faticato, hai sofferto sulle parole che si impigliavano fra di loro o restavano agganciati a pensieri confusi. E’ stato duro, ma anche bellissimo, e ora la tua storia ti guarda, ti ammicca. Hai creato parole e mondi, e personaggi, che ora vogliono essere raccontati. Vogliono vivere la loro storia. Vogliono essere letti!

E così arriva il momento di promuovere la propria fiaba, di farne un libro, di sapere se vale o meno, non solo attraverso il bonario giudizio di chi ti vuole bene.

Abbiamo parlato di self publishing e questa sera parleremo di come promuovere al meglio il proprio libro, di case editrici e di social!

Il viaggio, meraviglioso, continua. E a breve partirà un nuovo corso on line di scrittura fiabe. Per informazioni scrivi a fiabeincostruzione@gmail.com

🧚 Se state cercando un laboratorio di scrittura…a ☁️ IDRAfactory proponiamo il laboratorio FIABE IN COSTRUZIONE.

Maria Ventura ci racconta il suo corso.
Vi invitiamo a provare una lezione gratuita il prossimo sabato 📆 3 ottobre 2020 alle ore 10.00.

Scopri di più sul corso 👉🏻 https://www.idrafactory.it/fiabe-in-costruzione/

Qui noi scriviamo fiabe…

Ti aspetto alla lezione di prova, sabato 3 ottobre!

☁️ #IDRAfactory 2020-2021 ☁️
La scuola di teatro e arti performative della Città di Brescia

🎭 FIABE IN COSTRUZIONE
Docente: Mariarosa Ventura
📅Sabato dalle 10:00 alle 13:00
Lezione prova: sabato 3 ottobre alle 10:00
❗️ PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ❗️
13 incontri

Spettacolo finale: ❌
Difficoltà: 🟢
Richiesta esperienza precedente: ❌

💪 OBIETTIVI
• Fornire le tecniche di scrittura – una cassetta degli attrezzi – per attivare e risvegliare la creatività e la fantasia
• Imparare a creare autonomamente storie e fiabe per il proprio lavoro e per scrivere la propria fiaba personale: un lavoro interiore e una pratica meravigliosa per l’anima

🔎 CONTENUTI
Esercizi:
• Dal mito alle fiabe, gli autori principali
• Propp: lo schema e le funzioni delle fiabe
• La metafora
• Attivare la creatività
• Scrittura itinerante nel Bosco dei Folletti
• Scrivere, scrivere, scrivere

ℹ️ INFO E ISCRIZIONI
🌎 www.idrafactory.it
📨segreteria@residenzaidra.it
📱 030 291592 – 339 2968449

Fermati!

Lo so, sei attento a dove posi i tuoi passi, ma quando eviti la radice che potrebbe farti inciampare, non vedi altro che un pezzo di legno e non provi a immaginare la sua profondità, la sua forza, la linfa vitale che scorre in lei.

Guardami!

Sei entrato nel bosco e hai scelto il primo sentiero senza guardare in quale direzione si perdevano gli altri. E ora procedi a testa bassa e non provi nemmeno ad alzare lo sguardo.

Respira!

Hai portato con te pesi ben più pesanti del piccolo zaino che tieni sulle spalle ricurve. Per questo il tuo passo è già faticoso e il fiato sa di amaro.

I miei rami sono alti, e le mie fronde sono fresche e riposanti. Non senti il mio respiro che ti scivola addosso come un pensiero improvviso, come un sorriso, come un bellissimo ricordo?

Parla con me!

Io sono qui! Proprio accanto a te. Puoi sentire la mia energia pulita se solo posi una mano sul mio tronco. Puoi sentire la mia voce antica se solo fai tacere le urla che hai dentro di te.

Sono un albero. Siamo stati fratelli quando il nostro mondo era ancora giovane.

Siediti accanto a me e riposati. Ti racconterò una storia…

Quante cose puoi fare nel bosco?

Nel bosco puoi camminare, ascoltare, annusare.

Fermarti.

Riposare.

Correre. Ridere.

Piangere.

Pensare.

Sorridere.

Abbracciare un albero. Commuoverti. E sapere che, davvero, va tutto bene.

Raccontare storie

Scrivere storie.

Bere un tea.

E sentirti davvero a casa…

Il Bosco dei Folletti ci aspetta per una giornata unica di scrittura itinerante, fiabe, parole ed emozioni.

Sabato 25 Luglio, per ogni informazione e iscrizione clicca qui oppure scrivi a fiabeincostruzione@gmail.com.